Tarallini pugliesi, una bontà sempre pronta da mangiare

Tra le tante bontà che la Puglia ci regala, ci sono senza dubbio i tarallini! Chi non ne ha mai assaggiato uno e chi non vorrebbe mangiarne uno proprio ora. Anche solo pensandoci, viene l’acquolina in bocca. Si tratta di una di quelle specialità regionali che entrano a pieno titolo nell’immaginario comune e che fanno immediatamente pensare alla Puglia e alle sue bellezze. Per molti sanno di quotidianità e di sapori di casa, per altri sono accompagnati al dolce ricordo delle vacanze estive.

Cosa sono i taralli e come scegliere quelli da gustare

Come è noto, si tratta di prodotti da forno che vengono realizzati con un mix di farina, olio, sale e vino bianco. Ne esistono diverse varianti, nelle quali si aggiungono ingredienti come, ad esempio, peperoncino, finocchietto, cipolle, solo per citare alcuni dei più tipici e comuni. La ricetta originale è conservata gelosamente dalle massaie pugliesi, che producono tantissimi tarallini ogni anno.

La particolarità di questi prodotti sta nella cottura. Quella tradizionale viene solitamente suddivisa in due distinti passaggi. In un primo momento, i taralli vengono immersi in acqua bollente, così da iniziare la cottura della pasta. Appena affiorano a galla, poi, vengono scolati e si passa alla seconda e ultima fase. In questo caso, quindi, si provvede all’asciugatura e al successivo passaggio in forno ad alta temperatura. Dopo la cottura, i taralli si presentano come piccoli anelli di colore dorato che hanno una consistenza friabile e che, a livello nutrizionale, sono molto simili ai crackers o ai grissini.

Si tratta, quindi, di un ottimo prodotto da utilizzare come snack per spezzare la fame. In molti li utilizzano a tavola, come sostituto del pane. Altri, proprio perché sono uno snack nutriente, pratico da mangiare, li inseriscono negli aperitivi, soprattutto in quelli pugliesi ma non solo dato che, con il passare degli anni, i tarallini si sono diffusi in tutta Italia.

Tuttavia, se si vogliono gustare quelli tipici e prodotti in Puglia, oggi come oggi è possibile. Questo perché tantissimi e-commerce e tanti produttori permettono di acquistare il prodotto e di riceverlo direttamente a casa propria.

Un consiglio molto utile è quello di acquistare i tarallini pugliesi presso alcuni dei migliori produttori. Ad esempio quelli di Antonio Fiore che, da oltre 50 anni, produce taralli nel cuore della bella e caratteristica Andria. Si tratta di un prodotto artigianale, realizzato con estrema cura e nel pieno rispetto di quella che è la tradizione della zona. Si tratta di un’azienda che ha fatto dei taralli il suo prodotto di punta e che ne tramanda la ricetta originale di generazione in generazione. Per questo motivo, gustare questi taralli è come fare un viaggio in Puglia, anche se si è lontani. In un sol boccone si riusciranno ad assaporare i sapori e a percepire gli odori di quella terra, che porta sempre con sé dei ricordi piacevoli, soprattutto per quel che concerne il cibo. La tradizione gastronomica pugliese, infatti, è molto ricca e variegata e fa impazzire tutti gli amanti della buona cucina.