L’alga kombu per una alimentazione sana

Consumata da molto tempo nelle cucine tradizionali in oriente, l’ alga Kombu e solo da poco tempo è stata introdotta in occidente. In Europa viene allevata in bretagna e più precisamente nelle fattorie acquatiche dell’isola di Ouessant dove si coltivano queste alghe Laminarie che assomigliano ha delle grosse lamiere spessa di colore verde scuro.

Delle barche specializzate le raccolgono dal fondo del mare ai bordi delle coste per rifornire fra le altre industrie quelle dei cosmetici.

Ma le alghe kombu che si raccolgono in autunno per essere consumate arrivano appena ad un metro di altezza e si presentano come dei nastri fini e soffici.

Vi sono diversi tipi di alghe kombu

Per esempio il kombu reale chiamata anche cavolo di mare, in Bretagna è più tenero più dolce e più raffinato del kombu bretone che si chiama anche la frusta della strega.

Essendo il composto base del brodo giapponese chiamato dashi, l’alga kombu è da molto tempo utilizzato in cucina come coadiuvante ed esaltatore di gusto. In effetti questa alga che ha la proprietà di rammollire le fibra di cellulosa permette di diminuire il tempo di cottura dei cereali eddie aumenta digeribilità ed inoltre rinforza il sapore degli alimenti con cui è cotto.

Commercializzate fresche o secche le alghe kombu devono essere lavate o reidratate prima di essere cotte per più o meno tempo a seconda della consistenza ricercata: Fondente o croccante.

Come mangiare le alghe kombu

Come regola generale il kombu sicuro marinato fritto o bollito. E quest’ultimo modo di cucina ha il vantaggio di diminuire il tasso di iodio contenuto in questa alga e che potrebbe dare dei problemi alle persone che soffrono di problemi alla tiroide.

Tra le altre ricette si possono abbinare ad ogni sorta di alimento e comporre dei piatti originali con i pezzi del nastro di kombu bollito, inoltre la forma di questa alga permette di servirsene per confezionare degli involtini e rimpiazzare anche in maniera vantaggiosa la carta stagnola.

Infine questa alga si può anche utilizzare sotto forma di polvere come delle fini erbe. In ogni caso in cucina il gusto marino iodato è un po’ dolce di questa alga fa sì che le possibilità di gustarlo siano molto numerose.

Fra le altre cose, in Asia, questa alga è considerata un rimedio universale contro tutti i mali. È così che gli si riconosce il gradi fa abbassare la pressione di combattere la costipazione di prevenire i tumori di eliminare i parassiti intestinali e di lottare contro i batteri.

Questo è dovuto in parte alla sua ricchezza in iodio e in sali minerali come il calcio il ferro e il potassio ed al suo alto contenuto in vitamina B12.

Vedendo tutte le qualità benefiche legate alla consumazione di questa alga non c’è da stupirsi che la parola combo nella lingua giapponese significa piacere.